tortadirose

Piccoli panpolenta salati alle verdure caramellate

Piccoli panpolenta salati alle verdure caramellate

By lucia, 26 agosto 2015

Piccoli panpolenta salati alle verdure caramellate

Il sapore dolce delle verdure caramellate unito a quello deciso e rustico della farina di mais è perfetto, il timo fresco profuma tutto, inizia a diffondersi già nella fase di cottura delle verdure e invade la cucina. Dopo il panpolenta dolce ho voluto utilizzare la farina gialla di mais e trasformare la ricetta nella versione salata, come spesso mi piace fare, anche se le verdure caramellate danno a questi soffici tortini un gusto dolce-salato. Vi sorprenderà.

Ingredienti

Preparazione

Pulire e tagliare le verdure a metà, condire e caramellare in forno preriscaldato a 140°C per circa 2 ore.

In una ciotola mescolare il burro ammorbidito e lo yogurt, unire le uova e mescolare con una frusta elettrica. Aggiungere la farina bianca, la farina di mais, il lievito e il sale, amalgamare bene tutti gli ingredienti.

Versare il composto nello stampo da muffin, imburrato e infarinato. Distribuire le verdure caramellate su ogni tortina. Cuocere in forno a 180°C  per 25 - 30 minuti circa.

Print Friendly

Blondies all’uva e mandorle

Blondies all’uva e mandorle

By lucia, 24 agosto 2015

Blondies all’uva e mandorle

I blondies sono niente altro che brownies…biondi, fatti cioè con cioccolato bianco, la differenza con i loro “fratelli” scuri è nell’impiego di cioccolato bianco che non deve essere fuso ma aggiunto a scaglie. Il cioccolato bianco è molto dolce perciò non è male ridurre la quantità prevista di zucchero. Per questa ricetta mi sono ispirata a quella di Laura e li ho fatti con l’uva. L’uva rossa è dolce, è un piccolo vitigno di famiglia di uva da tavola con i chicchi non troppo grandi, due filari di uva bianca e nera, piantati e curati con amore e passione dal nonno Lucio, che ogni anno da quarant’anni producono una piccola ma preziosa quantità di frutti.

Ingredienti

Preparazione

Preriscaldare il forno a 175° C. Fondere il burro e far raffreddare. Pulire l’uva e metterla in una ciotola con 2 cucchiaini di zucchero e mescolare. Tenere da parte. In una ciotola unire il burro, lo zucchero di canna, l’uovo e il sale, mescolare tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto liscio. Incorporare la farina e alla fine unire le scaglie di cioccolato bianco. Versare il composto in una teglia quadrata foderata di carta da forno e livellare con una spatola. Distribuire i chicchi d’uva e le mandorle sulla superficie.

Cuocere per 30 minuti, fino a doratura. Far raffreddare completamente nello stampo. Appena prima del taglio, raffreddare nel congelatore per 10 minuti. Spolverare con zucchero a velo e tagliare in quadrati con un coltello affilato.

Print Friendly

Panpolenta

Panpolenta

By lucia, 19 agosto 2015

Panpolenta

Un dolce dal sapore un po' diverso dove la nota principale è la farina di mais macinata finemente, proprio quella per fare la polenta, abbinata alla farina di mandorle. Da gustare a colazione con confetture di frutta o a merenda. La ricetta è di Alessandro e ho scoperto che è un dolce tipico di Varese chiamato anche Amor Polenta o Dolce di Varese, un dolce "povero" della cultura contadina. Antonio Andreani, Enogastronomo docente di antropologia e merceologia alimentare Università dei Sapori, ci consiglia di gustarlo con delle fettine di cotognata o gelatina di mele cotogne, di accompagnarlo con un buon caffè o tè, ma provarlo con dell'orzo caldo e scorzetta d'arancia, per un abbinamento sorprendente.

Ingredienti

Preparazione

Preriscaldare il forno statico a 180°C. Setacciare le farine in una ciotola. In un’altra ciotola sbattere  il burro e lo zucchero con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto cremoso. Aggiungere le uova una alla volt e l’estratto di vaniglia. Unire tutti gli ingredienti secchi e amalgamare il tutto.

Versare il composto nello stampo imburrato e infornare per circa 60 minuti (verificare la corretta cottura infilando uno stuzzicadenti al centro del pan polenta, che dovrà risultare asciutto). Far raffreddare e cospargere di zucchero a velo.

Print Friendly

Ukrainian Tomato and Cucumber Salad with Sour Cream Dressing – Ucraina

Салат с огурцами и помидорами

Ukrainian Tomato and Cucumber Salad with Sour Cream Dressing – Ucraina

By lucia, 5 agosto 2015

Ukrainian Tomato and Cucumber Salad with Sour Cream Dressing – Ucraina

Il viaggio dell'Abbecedario Culinario Mondiale continua e siamo giunti in Ucraina, alla lettera O di Odessa. La nostra ambasciatrice è Stefania del blog BigShade e raccoglierà le nostre ricette. Per lei, una semplice e veloce insalata con pomodori, cetrioli e cipolla rossa molto popolare in Ucraina, condita con una salsa di panna acida e maionese, aromatizzata con aglio e  aneto.

Ingredienti

Preparazione

Preparare e pulire gli ingredienti, mettere 2  spicchi d'aglio se si vuole un sapore molto piccante.

Preparare la salsa di condimento:  mettere 3 cucchiai di panna acida in una ciotola, aggiungere 2 cucchiai di maionese, gli spicchi d'aglio schiacciati. Aggiungere sale e pepe nero macinato, mescolare e mettere da parte.

Tagliare a fettine i cetrioli e i pomodori, affettare la cipolla, aggiungere l'aneto tritato finemente. Versare le verdure nella salsa e mescolare il tutto delicatamente. Servire come antipasto.

(fonte ricetta)

Da un progetto di Aiù di Trattoria Muvara

Print Friendly

Cake con peperoni confit, emmental e timo

Cake con peperoni confit, emmental e timo

By lucia, 3 agosto 2015

Cake con peperoni confit, emmental e timo

Utilizziamo le verdure di stagione per creare tanti cakes salati originali e gustosi per l'estate, realizzando ricette secondo i nostri gusti. La base dell'impasto è sempre la stessa, bisogna tener presente però che gli ingredienti aggiunti non devono superare i 300 grammi di peso totale. La variante di oggi è un cake rustico con farina integrale, peperoni confit, formaggio emmental e profumo di timo fresco. La preparazione delle verdure confit è un po' lunga ma si possono preparare in anticipo e tenerle in frigo oppure conservarle più giorni in barattoli con dell'olio. Le verdure dell'estate sono anche le più colorate e sorprendentemente aiutano nella scelta dell'abbinamento degli ingredienti del nostro cake, anche le erbe aromatiche fanno la loro parte nella creazione di sapori inediti. Lo possiamo servire tiepido o freddo, tagliato a bocconcini come aperitivo o per accompagnare un'insalata, due fette da farcire come un panino per la merenda.

Ingredienti

Preparazione

Preparare i peperoni confit: tagliare a filetti i peperoni, disporli nella teglia, condire con il sale e l'olio e spolverare con lo zucchero. Unire le foglioline di timo. Cuocere in forno a 140°C per circa 2 ore.

Preriscaldare il forno a 180° C. In una ciotola sbattere le uova con le fruste elettriche fino a che sono spumose, unire il latte, lo yogurt e l'olio e mescolare. Aggiungere il sale, il lievito e infine le farine. Amalgamare il composto, poi aggiungere il formaggio grattugiato grossolanamente e il timo tritato, incorporandoli con una spatola. Imburrare e infarinare lo stampo, versare metà del composto quindi disporre la metà dei filetti di peperone. Coprire con la restante metà di impasto, in superficie disporre i restanti peperoni confit e infornare per 50 minuti circa, coprendo lo stampo con un foglio di alluminio, se necessario verso la fine della cottura.

Print Friendly

Dalia al salmone e spinaci

Dalia al salmone e spinaci

By lucia, 22 luglio 2015

Dalia al salmone e spinaci

Un'idea sfiziosa per le cene d'estate questo cake salato al salmone e spinaci, da servire tiepido ma anche freddo, nella sua simpatica forma floreale. Può stare facilmente nel cestino da pic-nic insieme ad altri piatti freddi, o comodamente sulla tavola estiva accompagnato da un buon vino bianco.

Ingredienti

Preparazione

Sbattere le uova in una ciotola, unire il latte, l'olio e mescolare. Aggiungere la farina e il lievito, amalgamare bene. Unire il salmone affumicato a pezzetti, gli spinaci lessati e tritati, il formaggio a pezzetti o anche a scaglie. Incorporare gli ingredienti con una spatola. Ungere leggermente lo stampo a forma di fiore, Dahlia di Silikomart, versare il composto e cuocere in forno preriscaldato a 180° C per 50 minuti. Servire tiepido o freddo.

Print Friendly

Gâteau al cioccolato e ciliegie caramellate

Gâteau al cioccolato e ciliegie caramellate

By lucia, 16 luglio 2015

Gâteau al cioccolato e ciliegie caramellate

Ciliegie e cioccolato, un abbinamento perfetto e tanto goloso, per una ricetta di semplice preparazione. Basta avere in dispensa cioccolato fondente, burro, uova e farina, e si prepara in poco tempo. Ho preso spunto da Lucie, dal suo fondant au chocolat, ho modificato la ricetta e aggiunto le ciliegie caramellate all'aceto balsamico.

Ingredienti

Preparazione

Sciogliere il cioccolato con il burro in un pentolino a bagnomaria. Sbattere le uova con lo zucchero, aggiungere la farina, il bicarbonato e il lievito, poi unire la miscela di cioccolato. Versare in uno stampo diametro di 20 cm circa.

Snocciolare le ciliegie, tagliarle a metà. Caramellare i frutti in una padella antiaderente con 1 cucchiaio abbondante di zucchero e 2 cucchiai di aceto balsamico.

Versare le ciliegie caramellate sulla torta e cuocere in forno preriscaldato a  180 ° C per 20 minuti.

Print Friendly

Tortino di riso con radicchio, moscioli selvatici di Portonovo e Parmigiano Reggiano

#PR Chef 2015

Tortino di riso con radicchio, moscioli selvatici di Portonovo e Parmigiano Reggiano

By lucia, 11 luglio 2015

Tortino di riso con radicchio, moscioli selvatici di Portonovo e Parmigiano Reggiano

Tre ricette, tre stagionature differenti di Parmigiano Reggiano, 4 ingredienti. Questa la sfida di Parmigiano Reggiano Chef 4Cooking con lo slogan “Solo chi va all’essenza raggiunge l’eccellenza", e in effetti per gustare al meglio i sapori, è togliendo, e non aggiungendo che si esaltano le materie prime di qualità. E’ il caso del Parmigiano Reggiano, ma anche dei moscioli selvatici di Portonovo, un’eccellenza e Presidio Slow Food che tutela le piccole produzioni di qualità, salvaguardate per far si che vengano realizzate secondo pratiche tradizionali. La mia terza e ultima ricetta è un abbinamento di prodotti tipici italiani, in particolare l’Emilia Romagna e le Marche, ma che profuma di Oriente: riso a chicco lungo dal profumo intenso, Parmigiano, moscioli selvatici di Portonovo, radicchio e curcuma.

Ingredienti

Preparazione

Pulire e aprire i moscioli sul fuoco in un tegame coperto. Togliere i gusci lasciare l’acqua fuoriuscita dai moscioli tenendola leggermente inclinata, così da far posare sul fondo eventuale residui di sabbia.

Appassire il radicchio tagliato a striscioline sottili nella padella con 3 cucchiai di olio unendo i moscioli e 3 cucchiai di acqua di cottura degli stessi.

Lessare il riso in acqua bollente, scolare e far raffreddare qualche minuto. Unire il radicchio, i moscioli il parmigiano, la curcuma, il sale e il pepe bianco.

Posizionare gli stampi ad anello sulla teglia, sotto ogni stampo mettere un quadrato di carta forno, così sarà più facile rimuoverli dopo la cottura. Trasferire il composto di riso negli stampi e cuocere a 180° per circa 10-12 minuti.

Raffreddare leggermente, trasferire nel piatto da portata  e sformare.

Print Friendly

Frittatine rustiche al Parmigiano Reggiano e datterini

#PR Chef 2015

Frittatine rustiche al Parmigiano Reggiano e datterini

By lucia, 9 luglio 2015

Frittatine rustiche al Parmigiano Reggiano e datterini

Ancora una ricetta semplice ma gustosa con soli 4 ingredienti per il contest di Parmigiano Reggiano #PR Chef  2015. Uova, parmigiano, latte e pomodori datterini dolci per queste frittatine rustiche, veloci e sfiziose.

Ingredienti

Preparazione

Sbattere le uova con la frusta, unire il latte e il Parmigiano Reggiano grattugiato e mescolare bene. Aggiungere il timo fresco e un pizzico di pepe di cayenna in polvere. Lavare i pomodorini. Imburrare uno stampo da muffin, versare il composto di uova. Infornare a 180° per 5 minuti, togliere dal forno e aggiungere un pomodorino sopra ogni frittatina, terminare la cottura per altri 15 minuti circa. servire caldo o freddo.

Print Friendly

Sformatini di patate e Parmigiano alle erbe aromatiche su crema di peperoni arrostiti

#PRChef 2015

Sformatini di patate e Parmigiano alle erbe aromatiche su crema di peperoni arrostiti

By lucia, 6 luglio 2015

Sformatini di patate e Parmigiano alle erbe aromatiche su crema di peperoni arrostiti

"Solo chi va all’essenza raggiunge l’eccellenza" è questo lo slogan del nuovo contest della Parmigiano Reggiano applicato al cibo e al gusto. O per dirla con Mies Van Der Rohe "less is more" - meno è di più - che applicò il concetto all'architettura ma applicabile senz'altro ad altri aspetti della vita, alla fotografia, alla pittura, al nostro stile di vita. E' senza dubbio più difficile creare con poche cose, il contest Parmigiano Reggiano Chef 4Cooking infatti ci richiede l'uso di soli 4 ingredienti per creare un piatto originale esaltato da questo formaggio, prodotto italiano d'eccellenza. E' togliendo, e non aggiungendo che si esaltano le materie prime di qualità, che si può fare un'esperienza gastronomica coinvolgendo tutti i sensi. Il mio contributo è un piccolo sformato di patate profumato con erbe aromatiche appena raccolte, Parmigiano grattugiato, accompagnato da una crema semplice di peperoni rossi arrostiti.

Ingredienti

Preparazione

Arrostire il peperone nel forno girandolo su tutti i lati, raffreddare e togliere la pelle, mondare l'interno e tagliare a filetti, quindi frullare insieme all'olio, il sale e lo zucchero fino ad ottenere una crema.

Grattugiare la patate formando delle piccole fettuccine, unire l'uovo, le erbe aromatiche tritate, il peperoncino, pochissimo sale e il Parmigiano grattugiato. Mescolare tutto delicatamente. Imburrare uno stampo da muffin e versare il composto. Cuocere in forno preriscaldato a 180° C per circa 30 minuti.

Accompagnare con la crema di peperoni arrostiti.

Print Friendly