Kefta, Tomato And Egg Tagine – Marocco

Stufato di polpettine di carne con pomodori e uova

La cucina marocchina è molto varia a causa delle molte influenze dovute ad altre culture, è il risultato di una fusione di sapori tramandati da generazione in generazione. Alla base della cucina marocchina c’è la tradizione berbera, già più di duemila anni fa i nomadi berberi utilizzavano ingredienti locali, come olive, fichi e datteri per preparare stufati di agnello e pollame. Nel corso del tempo, con il commercio e le conquiste dei Fenici, dei Cartaginesi e dei Romani, sono state introdotte nuove abitudini alimentari, ma l’influenza più forte sulla cucina dei nativi si deve all’invasione araba nel VII secolo DC. Gli arabi introdussero varietà di pane e altri alimenti a base di cereali, oltre che spezie come cannella, zenzero, zafferano, cumino. Alcuni piatti come la pastilla bisteeya sono invece di origine moresca, mentre più recentemente la cucina marocchina ha avuto influenze dai francesi e dagli inglesi.

Il Marocco ha una grande abbondanza di frutta e verdura e i prodotti particolarmente importanti nelle preparazioni sono i limoni, le olive, i fichi, i datteri e le mandorle. Il paese è ricco di pesce e frutti di mare e la carne non è molto abbondante, nei pasti di solito troviamo agnello o pollame.
Il pane marocchino è immancabile e consumato ad ogni pasto, il couscous è un alimento di base ed è servito in molti modi diversi, con verdure, carne, o frutti di mare. Anche il tajine è una pietanza molto diffusa, si prepara con carne e verdure e si cuoce nella caratteristica pentola di terracotta.
I dolci svolgono un ruolo molto importante nella dieta marocchina e ogni famiglia li prepara in casa, sono spesso a base di mandorle, miele e zucchero.

Kefta, Tomato And Egg Tagine – Marocco

By 7 ottobre 2015

Siamo arrivati in Marocco per la diciottesima tappa dell’Abbecedario Culinario Mondiale e la nostra ambasciatrice Patrizia ci aspetta con le nostre ricette. Ho sperimentato una tajine marocchina, più precisamente Kefta Tajine con piccole polpette di carne macinata, insaporite nel sugo di pomodoro, speziato e profumatissimo, arricchite con uova tuffate nel sugo a fine cottura. Un sapore fortemente aromatico dato dalla cannella ma soprattutto dal profumo del cumino.
Kefta (pronunciato Kfta) significa tritato o carne tritata, la carne viene aromatizzata con un mix di spezie e cipolla e trasformata in piccole polpette. Per la Kefta tajine tradizionalmente si usa la carne di agnello ma può essere anche di manzo, o una combinazione delle due ma ogni regione ha la sua ricetta tradizionale di Kefta.

  • Prep Time : 20 minutes
  • Cook Time : 45 minutes
  • Yield : 3 persone

Ingredients

Instructions

Per il kefta, unire la carne macinata e tutti gli ingredienti in una ciotola. Condire con sale e pepe, quindi mescolare bene e dare la forma di palline grandi come una noce.

Scaldare l'olio a fuoco medio in una larga padella e soffriggere le polpettine per circa 5-7 minuti, rosolando da tutti i lati. Trasferire il kefta in un piatto.

Per la salsa di pomodoro, nella padella soffriggere la cipolla, l'aglio e il prezzemolo tritati a fuoco medio per 5 minuti. Aggiungere i pomodori tagliati a pezzi (dopo aver tolto i semi e la pelle) il cumino, la cannella, il sale e il pepe. Aggiungere un po' d'acqua, mescolare e cuocere per 5 minuti.

Trasferire le polpettine nella padella con il sugo e cuocere per 30 minuti, o fino a quando la salsa si è ridotta e addensata.

Effettuare due piccole cavità nella parte superiore della salsa e rompere le uova posizionandole delicatamente. Continuare a cuocere per circa 3-5 minuti o fino a quando le uova sono ben cotte. Cospargere il prezzemolo tritato e servire immediatamente.

[fonti: http://www.foodbycountry.com/Kazakhstan-to-South-Africa/Morocco.html
http://www.foodrepublic.com/recipes/kefta-tomato-and-egg-tagine-recipe/]

Dal progetto di Aiù di Trattoria Muvara per l'Abbecedario Culinario Mondiale

Print

5 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *