Roselline di frolla alla confettura di mele cotogne

Roselline di frolla alla confettura di mele cotogne

By 14 maggio 2017

Quale fiore più conosciuto per festeggiare la mamma se non la rosa. E allora per oggi vi faccio gustare dei piccoli fiori di frolla con una confettura speciale fatta da un'altra mamma, la mamma di una amica d'infanzia che ci preparava le merende pomeridiane dopo la scuola, con pane e confettura di mele cotogne, un profumo e un ricordo rimasto sempre vivido per tutto questo tempo. E così quando Teresa ha avuto le mele cotogne, ha preparato come sempre la sua confettura tradizionale, e dopo aver ricordato quei tempi,  io ne ho avuto un vasetto. Vi darò solo la ricetta della frolla però, sono sicura che replicando la sua ricetta non riuscirei a replicare lo stesso sapore dei ricordi.

Mi sono incuriosita sulle origini della Festa della Mamma e ho scoperto che non è una festa solo italiana ma celebrata in tutto il mondo, tutte le culture hanno messo e mettono tuttora al centro la mamma e il suo ruolo all'interno della famiglia. In Inghilterra le celebrazioni legate alla festa della mamma risalgono al XVII secolo. Originariamente la festività era chiamata "Mothering Sunday" e coincideva con la quarta domenica di Quaresima. In quell'occasione, tutti i bambini che vivevano lontano dalle loro famiglie, chi per imparare un mestiere e chi perché costretto a fare il servo per guadagnarsi da vivere, potevano ritornare a casa per un giorno. I figli portavano alle mamme fiori o altri regali. La tradizione del "Mothering Sunday" sopravvive ancora oggi in Inghilterra, dove è più comunemente conosciuta come "Mother's Day"

Negli Stati Uniti il "Mothering Sunday" non ebbe successo, la festa della mamma si diffuse negli Stati Uniti più come una festività legata ai movimenti sociali che chiedevano il suffragio alle donne e predicavano la pace. Nel maggio 1870 Julia Ward Howe, attivista pacifista e promotrice dell'abolizione della schiavitù, propose l'istituzione del Mother's Day, vista come un'occasione in più per riflettere sull'inutilità della guerra a favore di una pace duratura.
Anche Anna M. Jarvis si batté per l'istituzione di una festa in onore di tutte le mamme vittime della Guerra Civile americana. Dopo la morte della madre, alla quale era molto legata, Anna cominciò a inviare lettere a diversi ministri e membri del congresso, affinché venisse istituita una festa nazionale dedicata a tutte le mamme. L'obiettivo di Anna era quello di fare in modo che tutti celebrassero la loro madre mentre questa era ancora in vita. Anna vide realizzare la sua istanza e nel maggio del 1908, a Grafton nel Massachusetts, venne celebrata la prima festa della mamma. L'anno seguente fu la volta di Filadelfia. La Jarvis scelse, come simbolo di questa nuova festa, il garofano: il fiore preferito di sua madre.

Nel 1914, l'allora Presidente degli Stati Uniti d'America Woodrow Wilson, con una delibera del Congresso, istituì il "Mother's Day". Non venne stabilita una data fissa sul calendario ma, per convenzione, si decise di celebrare tutte le mamme americane la seconda domenica di maggio. Come anche in Italia dove festeggiamo la seconda domenica di Maggio.

 

  • Prep Time : 40 minutes
  • Cook Time : 12 minutes
  • Yield : 12 rose

Ingredients

Instructions

 

 

 

Nella ciotola dell'impastatrice (o in un robot da cucina, ma anche a mano), versate tutti gli ingredienti e mescolate con la frusta. Quando la pasta è compatta e liscia formate una palla e mettetela in frigo per 20 minuti. Stendete la pasta sul piano di lavoro leggermente infarinato, formate 12 dischi della misura di 8 cm e 12 dischi della misura di 6 cm di diametro, fate una incisione a croce su ogni disco come si può vedere dalla foto (la parte centrale rimane intera). Mettete mezzo cucchiaino di confettura su tutti i dischi. Formate la rosa partendo dal disco più piccolo, quindi posizionate i petali formati sopra al disco più grande. Richiudete i petali del disco più grande attorno a quelli più piccoli, fate una leggera pressione per compattare la "rosa". Mettete i fiori nello stampo da muffin o nei pirottini di carta imburrati e cuocete in forno a 180° per 12-15 minuti. Quando sono fredde spolverate le rose di zucchero a velo.

Print

2 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *