Kanelbullar – panini dolci alla cannella e cardamomo

 

Kanelbullar – panini dolci alla cannella e cardamomo

By 5 maggio 2017

Ancora una ricetta della tradizione scandinava, autentici panini dolci alla cannella, ma il segreto è nell'aggiunta di cardamomo in polvere che dà il sapore inconfondibile, i kanelbullar sono uno dei dolci più popolari sempre presenti nel momento di pausa che gli svedesi si concedono anche due volte al giorno.L'espressione coffee break sarebbe la traduzione inglese che si avvicina di più al momento di pausa degli scandinavi, ma non è completa ed esaustiva poiché essa non sempre include l'elemento sociale presente invece nel concetto di fika. 

Se si va in una caffetteria, al lavoro, in una casa di qualcuno o semplicemente a caas propria, l'elemento vitale è che si faccia con altre persone, poiché  conversare è essenziale. La durata del fika può essere varia. Se si è al lavoro potrebbe essere di 10-15 minuti, ma se ci si trova in città con gli amici può durare diverse ore. Ci sono anche differenti  tipi di fika, ciò dipende dalle occasioni. Un fika di pomeriggio con la propria famiglia è chiamato kvällsfika e può includere cibo salato così come torte dolci. Il bisogno di bere un caffè è spesso implicito nel fika, ma qualsiasi bevanda non alcolica va bene. Gli  scandinavi bevono caffè  più di chiunque altro nel mondo, quindi forse è per questo che fika è sinonimo di caffè.

Ingredients

Instructions

Scaldate il latte a 37°C e versatelo nella ciotola dell’impastatrice. Unite il lievito di birra sbriciolato, mescolate e lasciate riposare 15 minuti. Nel frattempo fate fondere il burro e lasciatelo intiepidire. Mescolate la farina con il cardamomo e il sale. Aggiungete lo zucchero al latte e mescolate, poi unite il burro. Iniziate ad aggiungere la farina, poco alla volta, sempre impastando. Unite metà dell’uovo sbattuto e impastate fino ad ottenere un composto liscio e leggermente appiccicoso. Coprite la ciotola con pellicola e mettete a lievitare nel forno spento per 30 minuti, o fino a quando l’impasto è raddoppiato.

Per preparare il ripieno, mettete il burro ammorbidito in una ciotola, aggiungete la farina, la cannella e il cardamomo, la vaniglia Bourbon e lo zucchero. Mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

Terminata la lievitazione, sgonfiate l’impasto su un piano leggermente infarinato e stendetelo con un mattarello in un rettangolo di circa 40 x 50 cm. Stendete la crema sul rettangolo con una spatola quindi piegate la pasta a libro a metà lunghezza.
Con un coltello affilato tagliate 16 strisce larghe circa 1 cm ciascuna. Prendete una striscia e attorcigliate la pasta delicatamente, poi arrotolate l’elica su se stessa, formando una spirale. Assicuratevi che le due estremità risultino dentro o sotto la spirale per evitare che in cottura si aprano. Posizionate le spirali sulla teglia ricoperta con carta da forno, distanziate tra loro poiché in cottura crescono ancora. Fate lievitare le spirali nella teglia per 30 minuti, coperte da un canovaccio.

Scaldate il forno a 200°C. Prima di infornare, spennellate le spirali con la metà dell’uovo rimasto, cospargete con la granella di zucchero e cuocete 14 minuti circa, fino a che saranno dorate.

Note: la ricetta prevede di spennellare con dello sciroppo di mais caldo e decorare con  la granella di zucchero dopo la cottura. Coprire subito con un canovaccio umido per pochi minuti, per evitare che si secchino.

Print

4 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *