gnocchi al matcha

Gnocchi al tè Matcha

Ho scoperto questa nuova iniziativa sul blog dell’amica Terry, si tratta di preparare ogni settimana un piatto, utilizzando erbe, spezie, frutta, fiori  o verdura, dove l’ingrediente scelto sia principale nella ricetta, sottolineandone poi le qualità e i benefici dell’ingrediente stesso. Questa raccolta, dal nome WHB – Weekend Herb Blogging,  va avanti settimanalmente dal 2005, da un’idea di Kalyn di Kalyn’s Kitchen la fondatrice . Dal novembre 2008, l’organizzatrice internazionale di questa raccolta è Haalo del blog Cook (almost) Anything At Least Once, ma l’amica Brii del blog Briggishome è diventata la portavoce dell’edizione italiana. La raccolta delle ricette è ospitata ogni settimana da un blog diverso e il WHB #373 è ospitato nella cucina di Elena del suo ZIBALDONE CULINARIO.

Avendo già utilizzato il tè verde Matcha in questa ricetta dolce, e avendo scoperto le eccezionali proprietà di questo prezioso tè, mi sono messa alla ricerca di una preparazione salata. Non ero sicura che si potesse usare il tè per il salato ma ho scoperto che alcuni chef lo utilizzano per fare frolle, tagliatelle e gnocchi. La mia ricerca mi ha condotto da Csaba dove ho trovato questi, a dir poco, eccezionali gnocchi verdi al tè Matcha.

In questa ricetta ci sono ben 3 ingredienti vegetali: il tè verde, le patate rosse e la salvia.  Ma io vi voglio parlare delle proprietà del tè Matcha…

Di solito il tè (verde o nero) si assume effettuando un’infusione in acqua più o meno calda, in questo modo si assumono i relativi benefici che tutti noi sappiamo, ma in una quantità “limitata” perchè la maggior parte rimane sulla foglia. I benefici che ne ricaviamo sono di circa il 10-25% in base al tè scelto.
Con il tè Matcha i benefici sono al 100% perchè non si effettua un’ infusione ma una “sospensione”, infatti la foglia macinata viene sospesa in acqua mediante una particolare tecnica. Una tazza di tè Matcha contiene circa la metà di teina rispetto ad una normale tazzina di caffè quindi, teoricamente, non farebbe bene. Invece non è così. Il tè verde contiene una sostanza chiamata “tannino” che rallenta l’assorbimento della teina nel sangue e la distribuisce nelle ore successive (da 6 a 8 ore). Oltre al tannino, il tè verde ha anche un altra sostanza, la L-Teanina che ha un effetto rilassante e che riduce lo stress. La combinazione di teina, tannino e L-teanina apporta i seguenti benefici: maggiore prontezza e concentrazione, migliora lo stato d’animo, rilassamento e riduzione dello stress, aumento della sensazione di benessere. Gli antiossidanti presenti nel tè verde sono chiamati “catechine”, in particolare l’EGCG che ha una serie infinita di effetti benefici. Le catechine sono 100 volte più potenti della vitamina C e recenti studi hanno dimostrato che non tutti i tè verde contengono la stessa quantità di EGCG e che il tè Matcha ne possiede mediamente 137 volte in più rispetto ad una tazza di tè normale. Oltre ad avere le normali proprietà antiossidanti (inibire il processo di invecchiamento delle cellule) l’EGCG accelera il metabolismo favorendo la perdita di peso, è efficace nel combattere le cellule tumorali, riduce il rischio di malattie cardiovascolari, promuove la crescita di batteri intestinali utili come il lactobacillus, migliora le difese immunitarie, contrasta gli effetti dei radicali liberi provocati dall’inquinamento o dai raggi UV, è utile nelle diete in quanto riduce la sensazione di appetito. Il valore ORAC (Oxygen Radical Absorbing Capacity), cioè la capacità antiossidante di un alimento, in questo caso del tè Matcha, è di ben 1537 unità (per fare un confronto: i mirtilli, noti per l’alto contenuto di antiossidanti, hanno un valore ORAC di 91 unità). Tutto questo è contenuto in 1 grammo di tè Matcha. [note da qui]

Gnocchi al tè Matcha

By 28 febbraio 2013

Gnocchi di patate rosse e tè verde Matcha, aromatizzati al burro e salvia, certamente una preparazione insolita ma dal risultato incredibile!!!

  • Tempo di preparazione : 15 minuti
  • Tempo di cottura : 30 minuti
  • Quantità : 4 persone

Ingredienti

Istruzioni

Lavare e cuocere le patate in una pentola con circa 3 litri di acqua fredda e il sale. Bollire per 15 – 18 minuti, sino a che saranno tenere. Scolarle e lasciarle raffreddare un po’.
Nel frattempo mettere una pentola d’acqua salata a bollire sul fuoco, che servirà a cuocere gli gnocchi. In un pentolino a parte fondere il burro con i rametti di salvia, a fuoco basso. Tenere da parte. Pelare e schiacciare le patate con l’apposito attrezzo e metterle in una ciotola grande, io ho messo un pizzico di sale, unire la polvere di tè verde. Mescolare bene con un cucchiaio di legno, sino a che il colore sarà omogeneo , verde brillante, infine unire la farina fino ad ottenere un composto modellabile con le mani. Versare il composto sulla spianatoia infarinata leggermente e formare dei lunghi rotoli del diametro di circa 1 cm, tagliare gli gnocchi con un coltello affilato. Gettare gli gnocchi nell’acqua in ebollizione, cuocendoli in 3 gruppi separati e scolarli appena vengono a galla. Condire con il burro fuso aromatizzato alla salvia e il Parmigiano grattugiato e servire subito.

Print

13 commenti
  1. Francesca
    Francesca says:

    Ciao! Scusa ho provato la tua ricetta e come fanno a venire verdi i gnocchi se le patate da usare sono quelle rosse? Perché dici di schiacciare le patate e unirle al sale e a un cucchiaino di te verde matcha e mescolare fino a che diventa verde brillante..ma la patata è rossa a me non viene verde :( grazie!!

    Rispondi
  2. elena
    elena says:

    Sono davvero speciali che voglia di provarli…ma sai che non riesco a trovare il te matcha? Complimenti sono fantastici e grazie della tua partecipazione al whb… baci elena

    Rispondi
  3. Maurizia
    Maurizia says:

    Sono un’idea davvero originale, ho anche il te’ macha in casa (sono una patita del te’ verde) avevo letto ricette di dolci con questo te’ ma quella dei gnocchi mi sembra una ricetta davvero particolare. Saluti e grazie per la visita al mio blog

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] La spuma di giada liquida (come viene chiamato in giappone) è perfetta anche nelle ricette salate, che ne direste di provare gli gnocchi al tè?   […]

  2. […] Lucia, del blog Torta di Rose, ci scrive da Ancona, città che non ho mai visitato purtroppo, e ci manda una ricetta davvero originale…Gnocchi al tè matcha […]

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *