Cestini di frolla e…Swisse Cheese Parade

Cestini di frolla con pere, noci, Sbrinz e Gruyère

Grande successo sta avendo negli ultimi tempi “il cibo di strada”, pubblicazioni di libri, programmi televisivi e grandi chef si interessano ad uno dei fenomeni sociali e culinari più attuali del momento. Come ha affermato Gualtiero Marchesi  “Il cibo di strada è il modo più diretto per conoscere la storia di un Paese, in tutto il mondo”.

Maccheroni e pizza, simboli della cucina italiana, sono nati come cibo di strada. Forse ci viene in mente l’hot dog americano, la crepe francese o le tante prelibatezze nei tanti mercati londinesi (al Borough Market ho guardato con invidia quella moltitudine di persone che mangiava per strada, una mamma che spingeva il passeggino mentre addentava un invitante panino farcito, eravamo troppo stanchi per mangiare in strada!). Ma lo “Street Food” non è solo una peculiarità di questi paesi, se pensiamo alla nostra penisola, il cibo “on the road” fa parte della nostra cultura e tradizione – come del resto avveniva già nell’antica Roma, nel Medioevo e nell’Età Moderna, le classi popolari urbane vivevano gran parte della giornata per strada, dove consumavano i loro pasti comprando prodotti in botteghe o da venditori ambulanti. La piadina in Emilia Romagna, la focaccia a Genova, le nostre olive ascolane nelle Marche (e vorrei ricordare lo chef Mauro Uliassi con i suoi piatti di pesce rivisitati e poco costosi, proposti nella sua micro-cucina itinerante), i frutti di mare crudi in Puglia o i panini imbottiti con il lampredotto a Firenze.

Sull’onda di tale fenomeno, partecipo allora al Contest “Swisse Cheese Parade” promosso da Tery e da Formaggi Svizzeri, dove i protagonisti sono il Gruyère e lo Sbrinz. La sfida di Formaggi Svizzeri è, dopo averci fatto recapitare a casa questi due splendidi formaggi, quella di inserirli in preparazioni con carattere “street”.

E dunque, nello spirito del “non cosa ma come” sostenuto dal Manifesto Street Food, ho pensato a questi cestini di frolla salata ripieni di un soffice impasto con pere e noci che si sposano straordinariamente con Gruyère e Sbrinz.

Cestini di frolla e…Swisse Cheese Parade

By 17 ottobre 2013

Per "Swisse Cheese Parade", piccoli cestini di frolla salata riempiti con un impasto soffice alle pere, noci e formaggi svizzeri Gruyère e Sbrinz.

  • Prep Time : 2h 30 min
  • Cook Time : 20 minutes
  • Yield : 12 cestini

Ingredients

Instructions

Per la frolla: impastare nella planetaria il burro ammorbidito, il latte, lo zucchero e il sale. Aggiungere le uova poco alla volta e, una volta assorbite aggiungere un terzo della farina. Lavorare il composto per 15 secondi, quindi unire la farina rimanente e la fecola di patate. Impastare fino ad ottenere un composto sodo e compatto. Trasferire la pasta su un foglio di carta da forno, stenderlo leggermente e chiudere il foglio. Riporre in frigorifero per circa 2 ore. Trascorso il tempo di riposo lavorare la pasta con le mani fino ad ottenere una consistenza plastica e compatta.

Per il ripieno: in una ciotola lavorare con le fruste le uova, il latte, il sale e pepe, l’olio e il lievito. Unire la pera tagliata a piccoli pezzi, le noci tritate grossolanamente e i due formaggi precedentemente frullati nel robot da cucina. Mescolare bene con una spatola, amalgamando tutti gli ingredienti.

Preriscaldare il forno a 180°. Stendere la pasta con il matterello in un sottile strato dello spessore di 3 mm. Formare dei dischi con un tagliapasta del diametro di 10 cm e adagiarli negli stampini precedentemente oliati (gli stampini hanno un diametro di circa 5 cm). Farcire i cestini con un cucchiaio abbondante di impasto e a piacere, decorare con una fettina di pera e mezzo gheriglio di noce. Cuocere in forno per circa 20 minuti.

Note: la frolla salata è dalla ricetta di Montersino su "Piccola pasticceria salata", leggermente modificata, la ricetta del ripieno la trovate qui. Con l'impasto ho riempito 12 cestini e con il rimanente ho fatto un mini cake.

[Fonti:http://www.lifestyleblog.it/blog/2013/10/street-food-allitaliana-il-nuovo-libro-clara-gigi-padovani/   -   http://streetfooditalia.it
http://www.taccuinistorici.it/ita/news/contemporanea/cibo-di-strada]

Con questa ricetta partecipo al Contest promosso da Tery e Formaggi dalla Svizzera sul tema "Cibo da strada" 

 

Print

2 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *