Muffins alla banana e caffè con gocce di cioccolato

Banana muffins with coffee and chocolate chips

I muffins americani, a differenza di quelli inglesi che risalgono al decimo o undicesimo secolo e sono cotti in una piastra, vengono cotti in stampi individuali e considerati “quick bread” – pane veloce, perché lievitati chimicamente. Devono essere cotti in stampi perché sono fatti di pastella morbida anziché di impasto. Questo tipo di muffin è apparso intorno alla fine del 18° secolo, quando in America è stato scoperto il Pearlash, una forma raffinata di potassio che produce anidride carbonica nell’impasto, il precursore del lievito in polvere. Le prime preparazioni con Pearlash risalgono al 1780 quando Amelia Simmons pubblica “American cookery” il primo libro di ricette americane.

Nel 1792 furono esportate in Europa 8000 tonnellate di questo lievito in polvere. Dopo il 1840 il Pearlash (carbonato di potassio) viene sostituito dal “saleratus” (bicarbonato di potassio), molto più potente, ma solo per un breve periodo poiché viene considerato poco affidabile. Molte persone però continuarono a chiamare “saleratus” anche il bicarbonato di sodio (baking soda) che divenne di uso comune dopo il 1870, il suo gusto era più leggero e piacevole.

Muffins alla banana e caffè con gocce di cioccolato

By 23 Giugno 2015

Per la raccolta di ricette U.S.A. dell'Abbecedario Culinario Mondiale non potevano mancare i muffins, considerati piccoli pani cotti al forno in stampini individuali, diffusi in molte varietà, salate, al mais o al formaggio, o dolci, al mirtillo o banana. Sono molto popolari tanto che alcuni stati li hanno adottati come simbolo ufficiale. La focaccina al mirtillo è il muffin ufficiale dello stato del Minnesota. La focaccina al mais è il muffin ufficiale dello stato del Massachusetts. La focaccina alle mele è il muffin ufficiale dello stato di New York. Le possibili varianti sono infinite, nei miei muffins la banana incontra caffè e cioccolato e tutto si sposa a meraviglia. Come da tradizione americana l'agente lievitante è il bicarbonato di sodio, la ricetta è tratta dal libro "Insolito muffin" di Laurel Evans.

  • Prep Time : 10 minutes
  • Cook Time : 30 minutes
  • Yield : 12 muffins

Ingredients

Instructions

Preriscaldare il forno a 180° C. Imburrare e infarinare 12 stampini, oppure utilizzare pirottini di carta (io ne ho usati 6 grandi). In una ciotola setacciare la farina, il bicarbonato e il sale. Schiacciare le banane in un piatto e unirle al burro ammorbidito e allo zucchero amalgamando bene. Aggiungere il latte, il caffè e l'uovo e mescolare bene. Incorporare delicatamente il composto alla farina amalgamando appena. Unire le gocce di cioccolato o la tavoletta tritata, senza mescolare troppo. Versare l'impasto negli stampini e infornare per 30 minuti circa, o fino a quando un bastoncino di legno ne esce pulito.

fonti: http://www.foodreference.com/html/artmuffinhistory.html
http://www.foodhistory.com/classics/simmons/ac.htm
http://thebradfordplace1863.homestead.com/Leavenings.html

la ricetta va a Simona del blog Briciole, ambasciatrice della tappa USA, da un progetto di Trattoria Muvara

Print

4 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *