ZIRNU PIKAS

Polpette con piselli e pancetta affumicata – Lettonia

ZIRNU PIKAS

By 19 Marzo 2014

Dalla Lettonia, in viaggio con L’Abbecedario Culinario della Comunità Europea, vi consiglio queste polpettine, soffici e molto gustose, passate nel pangrattato e dorate al forno.
La cucina lettone è una miscela di tutte le diverse culture che sono state portate nella regione del Baltico dai tedeschi e dai russi. Alcuni degli elementi più popolari nella cucina lettone sono gli antipasti e alcuni dei piatti includono Kotletes, (polpettine di carne), Skabu kapostu Zupa, (zuppa di cavolo), Alexander Torte, (torta di lampone e mirtillo) e il salmone o la trota affumicata. Le patate sono un alimento base e possono essere fatte in molti modi diversi. Alcune specialità di patate sono Piragi (pasta riempita con cipolla e pancetta) e la zuppa di Sorrell fatta con carne di maiale bollita, cipolle, patate e orzo. La Lettonia ha anche molti prodotti lattiero-caseari e un eccellente tipo di panna acida chiamato Skabs krejums. Anche piselli e fagioli sono ingredienti principali della dieta lettone e sono serviti per tutto l'anno. In estate, le fave vengono bollite nei loro baccelli e poi servite con latte cagliato o latticello. Nel periodo invernale i piselli sono consumati e mangiati sempre alla vigilia di Natale. I lettoni fanno bollire i piselli con un po’ di lardo e poi li cuociono in forno. Le Pikas Zirnu (polpette di piselli) sono fatte con piselli lessati e schiacciati. Durante il periodo natalizio una specialità lettone, è una mezza testa di maiale tradizionalmente servita con fagioli e diversi tipi di salsicce. In primavera, soprattutto nel mese di aprile, è possibile gustare Zidenis, che è un tipo di polenta a base di farro, bollita con una coda o orecchie di maiale. Durante la primavera le uova di Pasqua sono  sulle tavole, colorate a tinte naturali: per il colore marrone le uova vengono bollite in bucce di cipolla; per il colore verde,  bollite con le foglie dai rami degli alberi di betulla. Inoltre vengono colorate con i mirtilli secchi. Spesso le uova sono avvolte in filati, erba, erica secca, foglie di bacca. Un elemento interessante nella cucina lettone è il burro di papavero, questo è ottenuto dallo schiacciamento dei semi di papavero secchi fino a farli diventare una massa nera grassa (Staks o Stenkis), la quale può essere diluita con latte o con acqua. Tale massa nera e grassa è usata come additivo per cibi vari come il porridge di piselli, polpette di piselli o come glassa per torte o pane. 

  • Prep Time : 20 minutes
  • Cook Time : 40 minutes
  • Yield : 20 polpettine

Ingredients

Instructions

Affettare la cipolla e farla imbiondire in un tegame con l’olio. Aggiungere la pancetta a cubetti e lasciare insaporire. Nel frattempo, sbollentare i piselli e far lessare le patate in acqua salata. Quando saranno pronte, pelarle, tagliarle a tocchetti e passarle nello schiacciapatate. Aggiustare con sale, pepe, peperoncino, mescolare e aggiungere il burro tagliato a tocchetti. Quindi, versare poco alla volta il latte bollente, fino a creare un purè (che non deve essere troppo liquido). Schiacciare i piselli, mescolarli alla purea di patate, infine aggiungere la pancetta e le cipolle. Amalgamare tutti gli ingredienti e formare delle palline. Se si preferisce un gusto più deciso possono essere rotolate nel sesamo o passate nel pan grattato. Farle dorare in forno e servire calde. 

Fonti:
http://www.viaggiando.tv/ricette/234_zirnu-pikas---polpette-con-piselli-e-pancetta-riga---lettonia
http://www.dailylatvia.com/articles-cuisine.html

La ricetta va a Brii che ci ospita sul suo blog Briggishome, per il progetto dell'Abbecedario Culinario della Comunità Europea, ideato da Trattoria Muvara

Print

8 commenti
  1. brii
    brii says:

    Mmmm, deliziose!
    I prodotti lattiero-caseari sono davvero eccezionali, la mattina mi strafogavo di yogurt, kefir e formaggio. La colazione nell’albergo era molto ricca e molto lettone.
    Hanno questi formaggi con papavero, paprica, erbe che sono la fine del mondo.
    Avrei comprato e portato a casa di tutto!!
    Grazie della ricetta, Lucia sono felicissima!!
    Baciussss

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *