Mongolian Shrimps – Gamberi alla mongola

mongolia 010_2

Mongolian Shrimps – Gamberi alla mongola

By 13 Marzo 2016

Mongolian shrimps, nonostante il nome della ricetta questo piatto trova probabilmente le sue origini nella tradizione cinese, ma sicuramente nasce dall'imitazione della ricetta Mongolian Beef, uno dei più popolari piatti di carne cinesi. Questo piatto di manzo caramellato con salsa di soia, zenzero e cipollotti, è presente nel menù del famoso ristorante cinese-americano PF Chang, con sede in Arizona, oggi una catena di ristoranti di cucina asiatica. Sostituendo il manzo con i gamberi è nata la ricetta di oggi, gamberi speziati, tuffati in una salsa di soia e zucchero di canna che conferisce una piacevole glassatura, serviti con riso bianco. Il loro gusto è dolce e piccante ma potete regolare il grado di piccantezza a vostro piacimento. E' un piatto molto semplice e veloce da fare e, quale sia la sua origine, è comunque una squisitezza che vi consiglio di provare.

  • Prep Time : 15 minutes
  • Cook Time : 15 minutes
  • Yield : 2 persone

Instructions

Mettere i gamberi in una ciotola con l'amido di mais e mescolare.

In una padella scaldare l'olio e aggiungere le cipolle e soffriggere per 1 minuto. Togliere le cipolle dalla pentola e mettere da parte.

Aggiungere un po' di olio se necessario e unire i gamberi, cuocere fino a quando i gamberi sono rosati, circa 5 minuti. Togliere dalla pentola e mettere da parte.

Aggiungere poco olio nella pentola, unire l’aglio, lo zenzero e il peperoncino, soffriggere qualche secondo senza far bruciare. Quindi aggiungere l’acqua, la salsa di soia, l’aceto di vino (o vino di riso) e lo zucchero di canna. Mescolare fino a quando lo zucchero si scioglie.

Portare ad ebollizione, abbassare la fiamma al minimo e lasciar cuocere mescolando continuamente per circa 5-6 minuti.

In una ciotola mescolare i gamberi cucinati con la salsa e i cipollotti. Servire con riso bollito.

[fonte ricetta]

Print

4 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *