Muffin allo sciroppo d’acero e noci

La dolce linfa dell’acero incontra le noci ed è un connubio perfetto. Lo sciroppo d’acero è un dolcificante naturale al 100% che si ritiene essere più nutriente e sano dello zucchero, è il terzo dolcificante naturale meno calorico dopo la melassa e la stevia. Il Canada ne è il maggior produttore e vanta l’80% della produzione mondiale, viene usato per i dolci ma anche per piatti di carne, ha inoltre molte proprietà nutritive, un alto contenuto di sali minerali, in particolare una fonte eccellente di manganese. Una porzione di ¼ di tazza di sciroppo d’acero contiene il 100% del valore giornaliero di manganese, contiene anche il 18% del valore giornaliero raccomandato di zinco, che è essenziale per un sano sistema immunitario.

Una leggenda degli Indiani d’America racconta che fu un saggio irochese  a scoprire la dolce linfa dell’acero.

Tanto tempo fa, una fresca primavera aveva aperto la stagione calda. La neve cominciava a sciogliersi sul terreno, lasciando spazio ai primi germogli. 
Un uomo saggio passeggiava tra gli alberi.
Chiuse gli occhi per ascoltare il soffio del vento e odorare il profumo dell’aria. Respirò all’unisono con il grande respiro della natura, riconobbe i versi degli uccelli, udì il passo degli animali. 
Imparò a distinguere le piante amiche e a incidere la corteccia dell’acero. Da esso stillò una linfa dolce e densa. L’uomo saggio pensò di renderla più liquida, perciò si arrampicò sulla cima dell’albero e fece entrare la pioggia dalle fronde fin giù verso il tronco; poi, mostrò agli uomini come estrarla. 
Da quel giorno il popolo degli irochesi conobbe il dolce sapore dell’acero. Imparò a raccoglierne il liquido dentro le cortecce. Intuì che andava bollito a fuoco lento finché non fosse diventato denso, perciò affinò la pazienza che è amica dell’attesa e nemica dell’ozio, come l’uomo saggio aveva sperato. 
Il popolo degli uomini capì anche come trasformare lo sciroppo d’acero in cristalli di zucchero, semplicemente facendolo bollire per molto più tempo. Esso serviva per insaporire le pietanze durante le feste più importanti o le cerimonie che si svolgevano nella tribù.

Il processo di produzione dello sciroppo d’acero prende il suo inizio da uno dei fenomeni propri della natura. In primavera, quando le notti sono ancora fredde, l’acqua dal suolo viene assorbita dall’acero. Durante il giorno, la temperatura più calda crea una pressione che spinge l’acqua fino al fondo della struttura dell’albero, rendendo più semplice la raccolta della preziosa linfa d’acero. La linfa è raccolta da 12 a 20 giorni, di solito tra i primi di marzo e la fine di aprile, a seconda della regione.

Muffin allo sciroppo d’acero e noci

By 6 novembre 2018

 

Il gusto intenso dello sciroppo d'acero, dal colore molto scuro, denso e dal sapore deciso di caramello cotto, caratterizza questi muffins con le noci, la panna rende l'impasto soffice, che quasi si scioglie in bocca. La ricetta è di Ilona Chovancova dal libro "Cake dolci e salati", una raccolta davvero ricca di ricette e spunti per cake e muffin, da consumare freddi, caldi, a pranzo o a cena, mescolando farine, erbe, spezie, quello che più vi piace ed è fatta. Io ho usato noci nazionali al posto delle Pecan previste dalla ricetta. La dolce linfa dell'acero incontra le noci in un connubio perfetto.

  • Prep Time : 15 minutes
  • Cook Time : 35-40 minutes
  • Yield : 7-8 muffins

Ingredients

Instructions

Scadate il forno a 180°C. Fate sciogliere il burro e tritate grossolanamente le noci. Imburrate e infarinate i pirottini di carta. In una ciotola sbattete leggermente l'uovo con lo sciroppo d'acero, lo zucchero, la panna e il burro fuso. Aggiungete la farina, le noci e il sale. Mescolate senza rendere l'impasto del tutto omogeneo. Versate l'impasto negli stampini, riempiteli per 2/3. Infornate e cuocete per circa 35 minuti. Fate la prova stecchino. Lasciate raffreddare prima di sformare i muffins.

 

 

Print

 

 

2 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *