Quiche Lorraine

Una delle torte di Delphine De Montalier dal suo libro TORTE DOLCI E SALATE è la famosa Quiche Lorraine, una torta salata di pasta brisée con ripieno di uova, panna fresca e pancetta affumicata. Delphine dice che c’è sempre una buona ragione per preparare una torta. Per utilizzare gli avanzi del frigo, per provare la ricetta della nonna, per l’ora del tè, per la merenda, per stare davanti al camino, per l’aperitivo con i vicini e tanti altri motivi. Ci rivela anche i suoi piccoli trucchi per fare una buona pasta per torte fatta in casa, come preparare lo stampo o come fare i bordi della torta.

Come succede spesso, anche per la quiche Lorraine, piatto della tradizione gastronomica francese, si hanno accalorati dibattiti sulla ricetta originale, ancora non del tutto conclusi. Si sostiene ad esempio che nella vera quiche della Lorena non c’è mai il formaggio e ad assserirlo è il Syndicat National de Défense et Promotion de l’Authentique Quiche Lorrainenientemeno che un sindacato per la difesa e promozione della autentica quiche Lorraine. Non solo, secondo il sindacato anche la parola “quiche” non può essere usata per denominare una qualsiasi torta salata perché una vera quiche (che viene dalla Lorena) prevede solo i seguenti ingredienti: pancetta tagliata a cubetti, uova fresche, panna fresca, un po’ di sale e pepe e un po’ di noce moscata. Se sono presenti altri ingredienti la torta salata si dovrebbe chiamare tarte, dunque la quiche non è semplicemente una torta salata.

Formaggio o no, la ricetta di Delphine è molto buona, il Gruyére ha un gusto speciale e si abbina perfettamente.

Quiche Lorraine

By 22 ottobre 2018

La Quiche Lorraine è una torta salata e come suggerisce il nome è originaria della Lorena, una zona della Francia nord orientale. Questa ricetta tipica è molto antica e risale al XVI secolo. Tradizionalmente la quiche Lorraine era fatta con pasta di pane, pancetta affumicata, uova e panna. Il formaggio fu aggiunto molto tempo dopo, così come la pasta brisée che sostituì l'impasto del pane. Il formaggio tradizionale utilizzato è il Gruyére ma in mancanza si può sostituire con il Parmigiano grattugiato. Questo il suggerimento di Delphine nel suo libro, ma il sindacato per la difesa della quiche Lorraine non sarebbe certamente d'accordo!

 

  • Prep Time : 25 minutes
  • Cook Time : 45 minutes
  • Yield : 6 persone

Ingredients

Instructions

Preparate la pasta brisée. Mettete il burro nel robot da cucina o nella planetaria, frullate fino a ottenere una crema morbida. Aggiungete l'acqua fredda e frullate ancora. Unite il sale e la farina in una volta sola, lavorando la pasta il meno possibile. Formate una palla, appiattitela come se fosse una grossa focaccia e avvolgetela nella pellicola. Ponete la pasta in frigo almeno un'ora.

Stendete la pasta sul piano di lavoro, bucherellatela con la forchetta, arrotolatela sul matterello e srotolatela in uno stampo da crostata imburrato del diametro di 24 cm. I piccoli buchi fatti con la forchetta devo essere rivolti verso lo stampo. Ponete 30 minuti in frigo. Preriscaldate il forno a 180°C.

In una casseruola di acqua bollente, fate scottare la pancetta alcuni secondi poi asciugatela con carta assorbente. Fatela saltare in una padellina a fuoco dolce per 5 minuti senza farla rosolare. Sgocciolatela su carta assorbente. Tagliate il formaggio a strisce e distribuitele sul fondo della torta. In una ciotola sbattete le uova, i tuorli e la panna fresca, aggiungete la pancetta, pepate, poi versate il composto sul formaggio. Non riempite lo stampo fino al bordo perché la preparazione tende a gonfiare. Fate cuocere 20 minuti nella parte bassa del forno, abbassate la temperatura a 150°C e continuate la cottura per altri 20 minuti. Verificate la cottura con la punta di un coltello: la quiche è cotta se la lama esce pulita. Servitela calda, tiepida o anche fredda.

Note: potete preparare la pasta in anticipo e tenerla in frigo, una giornata o una notte, può essere conservata in frigo, ben avvolta nella pellicola, fino a 8 giorni, io ho usato una farina di tipo 1. La pasta può essere lavorata a mano su un piano di lavoro, disponendo la farina a fontana con il sale, poi mescolando il resto degli ingredienti. Ho prima tagliato il fondo della pasta e poi unito il bordo attorno facendo un cilindro di circa 1 cm di diametro, ho steso direttamente su un foglio di carta da forno.

Print
0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *