Strawberry shortcake trifle

Il “corto” in shortcake non si riferisce alla grandezza, piuttosto è derivato da un uso britannico del quindicesimo secolo di ““short” simile a “crumbly “, cioè friabile. Questo perché si aggiungeva una grande quantità di grasso risultando così una consistenza friabile e tenera. La prima annotazione del termine “shortcake” e la prima ricetta fu di un ricco biscotto non lievitato, nel libro di cucina elisabettiano The Good Huswifes Handmaid for Cookerie in the Kitchen (Londra, 1588), il secondo libro di cucina inglese stampato. Nei primi anni del 1600 la ricetta fu resa popolare quando William Shakespeare usò il nome Alice Shortcake in “Le allegre mogli di Windsor”.

Nel 19° secolo, il dolce trova sviluppo nel Nuovo Mondo con l’aggiunta di soda e successivamente di bicarbonato di sodio ai prodotti da forno. Così Mary Randolph in Virginia Housewife (Baltimora, 1824) ha presentato un primo “pane” veloce con bicarbonato di sodio: “Soda Cakes. Sciogliere mezzo chilo di zucchero in mezzo litro di latte, aggiungere un cucchiaino di soda; versatelo su due libbre di farina, sciogliete mezzo chilo di burro, impastate tutte insieme fino a quando è lucido, mettetele in stampi poco profondi e cuocetele velocemente in forno molto caldo. ”  Con la lievitazione chimica, la shortcake americana diventò più leggera e soffice rispetto all’originale inglese.

Una prima apparizione con le fragole è stata in Holidays Abroad di Caroline Kirkland (New York, 1849) “… e qui abbiamo pranzato con il gateau aux fraises – che si è rivelato essere quello che in occidente è chiamato un dolce alla fragola.” Il numero di ottobre 1857 di The American Cotton Planter and the Soil of the South (Montgomery, AL) ha riportato una versione semplice: “Shortcake alla fragola è un lusso. Prepara una torta grande e densa, dividi due volte e spalma con burro e uno strato di fragole fresche e zucchero, rimetti insieme le parti e servi caldo.”

Con l’avvento della nuova ferrovia transcontinentale nel 1869, la spedizione di fragole della California sul ghiaccio contribuì a far aumentare la popolarità del dolce in tutto il paese. Anche in questo momento, articoli e riferimenti letterari sulla torta alla fragola intensificavano l’interesse tra la popolazione americana. La popolarità della panna montata si diffuse in America, con l’avvento della refrigerazione e divenne di largo consumo. Le ricette di torta di fragole sono diventate popolari nelle case e nei libri di cucina americani, in ogni parte del paese.

Il dono delle fragole fresche godeva di un periodo troppo breve e molti americani iniziarono a organizzare ogni anno feste per celebrare il nuovo raccolto e l’imminente inizio dell’estate. Questa tradizione continua ancora oggi in alcune parti degli Stati Uniti, il 14 giugno è diventata giornata nazionale del dolce di fragole con il National Strawberry Shortcake Day.

Ed ecco che nel 20° secolo arriviamo a un’altra evoluzione della shortcake. Molti americani, in particolare i nordisti con poca familiarità o esperienza con i biscotti di soda, hanno sviluppato la sostituzione con la pound cake, simile al nostro Pan di Spagna come base da utilizzare con le fragole. 

Infine, per arrivare alla ricetta di oggi, scopriamo che la parola inglese “trifle” significa “qualcosa di poca importanza”, “una semplice sciocchezza”. In America, il dolce venne  descritto in questo modo probabilmente per la sua natura semplice. In realtà il termine era riferito alla zuppa inglese con crema pasticcera che poi durante il periodo vittoriano si trasformò in strati di biscotti o pan di spagna imbevuti di vino, crema pasticcera e frutta. 

Strawberry shortcake trifle

By 23 Aprile 2019

E' un dolce molto popolare negli Stati Uniti d'America e pensate, c'è anche una giornata dedicata a questo dolce con le fragole, il National Strawberry Shortcake Day che cade il 14 giugno. E' un dolce a strati che viene fatto con una base simile al pan di Spagna oppure con una frolla morbida. E' molto simile alla preparazione della zuppa inglese dove si alternano strati di crema e biscotti o pan di spagna imbevuti di liquore. Si inizia con la preparazione di una torta semplice, soffice alla vaniglia (shortcake), da tagliare in piccole fettine che saranno poi spennellate di liquore. Si tagliano poi le fragole e si spruzzano con succo di limone. Si monta la panna fresca e a questo punto si fanno degli strati accompagnati con amaretti tritati e cioccolato bianco grattugiato. Dire bontà è poco. La ricetta del trifle è alla maniera di Lorraine Pascale che aromatizza il tutto con liquore Grand Marnier, amaretti e cioccolato bianco, mentre la base è una shortcake di Jaclyn.

  • Prep Time : 45 minutes
  • Cook Time : 25 minutes
  • Yield : 12 persone

Ingredients

Instructions

Per le fragole: lavate e tagliate la frutta, mescolatela insieme al succo di limone.

Per la torta: preriscaldate il forno a 175°C. Imburrate e infarinate una teglia da forno quadrata da 23X23 cm. In una ciotola mescolate la farina, l'amido di mais, il sale, il bicarbonato e il lievito. Nel mixer o con le fruste elettriche frullate insieme burro, zucchero e scorza di limone fino a quando il composto è omogeneo e soffice. Unite le uova una alla volta e incorporate. Aggiungete metà del composto di farina e mescolate, quindi aggiungete metà della panna acida e incorporate bene. Ripetete con la farina e la panna acida rimanenti e mescolate. Versate e distribuite uniformemente la pastella nella teglia preparata. Cuocete in forno fino a quando lo stecchino inserito nel centro risulta pulito, circa 25 minuti. Togliete dal forno e raffreddate completamente su una gratella. Una volta fredda, tagliate a piccole fette sottili 1/2 cm circa.

Per la panna: montate la panna fresca insieme allo zucchero a velo.

Assemblaggio: disponete le fette di torta in una grande ciotola di vetro del diametro di circa 23 cm, bagnatele di liquore con un pennello da cucina. Ricoprite la base con uno strato di panna montata zuccherata. Proseguite con uno strato di fragole cosparse di amaretti sbriciolati e cioccolato grattugiato. Fate un nuovo strato di torta al liquore e di seguito ancora panna, quindi terminate con uno strato di fragole, cioccolato e amaretti. Tenete in frigo per almeno un'ora.

Note: le quantità di panna, amaretti e cioccolato possono essere variati a piacimento; le quantità che ho indicato sono servite per una ciotola del diametro di 22 cm circa. La ricetta si presta bene ad essere servita anche in barattoli monoporzione; ho sostituito il burro con olio 70 g di semi di mais Cuore; la base di pasta basterà anche per un altro dolce.

Print

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *