Torta di rose di Maria

 

Torta di rose di Maria

By 22 ottobre 2012

Ed ecco la ricetta della Torta di rose, una soffice pasta lievitata al profumo inconfondibile del burro caramellato e del delicato sapore di anice. Questa torta ha un posto speciale nel mio ricettario e, non a caso, è stata ispiratrice di questo blog. C'è solo una variazione rispetto alla ricetta originale, la mia amica Maria utilizzava la margarina, mentre io ho usato il burro.
Non conoscevo le origini di questo dolce, poi “girovagando” sul web ho scoperto che è una torta antichissima. Certamente la ricetta avrà subito delle modifiche nel tempo e infatti esistono molte versioni con differenti farciture, ciò che rimane invariato però, è la forma. La versione che vi propongo io è con l’uvetta.

Le sue origini storiche risalgono alla fine del XV secolo e, tra storia e leggenda, si racconta che la torta delle rose fu creata in occasione delle nozze tra il marchese Francesco II Gonzaga e Isabella D’Este nel 1490. Per onorare gli ospiti ferraresi si fece festa con molto sfarzo; vennero imbanditi sontuosi banchetti con le prelibatezze della splendente cucina rinascimentale mantovana. Isabella ne fu a tal punto incantata che, in seguito, si narra predisponesse favorevolmente l'animo dei suoi ospiti con una rosa ancora calda di forno.
Informazioni tratte dal sito La taiadela

  • Prep Time : 2h 00 min
  • Cook Time : 30 minutes
  • Yield : 12 persone

Ingredients

Instructions

Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Preparare la crema al burro unendo lo zucchero e mescolando fino ad ottenere un composto cremoso; nel frattempo mettere l’uvetta a bagno nell’anice per farla ammorbidire e aromatizzare. Versare la farina in una ciotola, fare una piccola fontana e al centro sbriciolare il lievito di birra, unire lo zucchero, versare una metà del latte facendo sciogliere il lievito e lo zucchero, mescolando e prendendo un po’ di farina dai lati della fontana . Coprire con un canovaccio e aspettare che inizi la lievitazione. Quando il composto in mezzo alla fontana inizia a gonfiarsi unire le uova una alla volta, il restante latte, la grattatura del limone e l’olio. Cominciare quindi ad impastare il composto sulla spianatoia, fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica. Dividere l’impasto in due parti uguali e stendere la sfoglia formando due rettangoli, farcire con la crema al burro e l’uvetta aromatizzata all’anice, arrotolare e tagliare il cilindro formando delle girelle. Sistemare le “rose” nella teglia, distanziate tra loro, far lievitare fino a che raddoppino di volume (io metto le rose a lievitare nel forno spento in modo che non prendano aria, per circa 1 ora). Cuocere a 180° circa (la temperatura dipende dal tipo di forno e se è troppo alta si possono scurire troppo in superficie) per circa 30 minuti. Quando la torta ha ottenuto un bel colore dorato fare la prova cottura con la lama di un coltello, se è asciutta la torta è pronta. Quando è fredda spolverizzare con zucchero a velo.

 

Print

 

2 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *