Muffins al cacao

Per NOVEL FOOD una ricetta e una storia dal libro di Jorge Amado – ” Gabriella, garofano e cannella”

La storia della bellissima Gabriella inizia con il suo arrivo a Ilhéus, una città portuale del Brasile, terra di ricchi fazendeiros coltivatori ed esportatori di cacao. Negli anni venti prosperavano le piantagioni di cacao e le fortune nascevano e si moltiplicavano, il progresso era inarrestabile e trasformava il volto della città.

“In quegli anni Ilhéus cominciò ad essere conosciuta fuori dai confini come La regina del Sud. La coltivazione del cacao dominava l’intero sud dello stato di Bahia, non vi era prodotto più redditizio, le fortune crescevano, cresceva Ilhéus capitale del cacao”

Sullo sfondo il clima politico in fermento, in lotta per la supremazia del mercato del cacao, dove si fronteggiano il regime conservatore dei colonnelli e i nuovi esponenti fautori del progresso, dell’innovazione e del modernismo. Nuove strade, un nuovo porto e una nuova linea di autobus, agenzie di banche e un giornale, la politica di Mundinho comincia a preoccupare i vecchi fazendeiros. Anche l’arabo Nacib non vuole altro che arricchire con l’attività del suo bar, vuole comprare terreni e piantare cacao.

“Nacib sognava piantagioni di cacao, terre dove fiorissero gli alberi dai frutti gialli come oro, che valevano come oro”

Nacib, proprietario del bar Vesuvio, è alla ricerca disperata di una nuova cuoca dopo che la vecchia Filomena ha deciso di andarsene piantando in asso la cucina del bar. Il bar di Nacib aveva iniziato a fare affari grazie ai dolcetti e ai salatini di Filomena preparati per l’ora dell’aperitivo, di cui gli abitanti di Ilhéus non potevano più fare a meno.

“Ma, Filomena… “ “Non c’è ma che tenga signor Nacib. Me ne vado proprio ora, …ho già preparato le mie cose…”

E’ così che nasce la storia d’amore tra Nacib e Gabriella, una ragazza venuta dal Sertão in cerca di lavoro che entrerà nella cucina e nel cuore di Nacib, stordito dal profumo di garofano che emanava – “forse dai capelli” – e dal color cannella della sua pelle…….

Gabriela, clove and cinnamon – Jorge Amado 

Beautiful Gabriela’s story begins with her arrival in Ilhéus, a port town in Brazil, land of rich fazendeiros and exporters of cacao. In the twenties cacao plantations expanded and fortunes increased, progress was incessant and changed the essence of the city.

“During those years Ilhéus was known as Queen of the South. Cacao farming controlled the entire south of the state of Bahia, cacao was the most profitable product. Fortunes grew, and Ilhéus capital of cacao, also grew”

With the struggle for supremacy in the cacao market as background, the love story between Nacib and Gabriela, a girl arrived from Sertão looking for a job, unfolds. She will go into the kitchen and into the heart of Nacib, inebriated by her clove scent and her cinnamon skin color.

Muffins al cacao

By 28 Settembre 2015

Per NOVEL FOOD, evento letterario e culinario promosso da Simona, una ricetta che racconta una storia, quella di Gabriella dal profumo inebriante di garofano e dal color cannella della sua pelle. Dalla penna dello scrittore brasiliano Jorge Amado, un affresco sociale degli anni venti della città di Ilhéus, nello stato di Bahia, dove prosperano le piantagioni di cacao e tutto si muove verso un progresso inarrestabile. Tutta la storia ha come sfondo la società del cacao e delle sue ricche piantagioni  "Ma il profumo che si innalzava sulla città, che l'avvolgeva, non veniva dai giardini...Veniva dai magazzini di imballaggio...era il profumo dei frutti secchi di cacao, così forte che intontiva i forestieri, così familiare che nessuno più lo avvertiva" è questo dunque l'ingrediente principale.

  • Prep Time : 15 minutes
  • Cook Time : 30 minutes
  • Yield : 7 muffins

Ingredients

Instructions

Scaldare il forno a 180°C. Sciogliere il cacao nell'acqua calda. Sbattere insieme il burro ammorbidito e lo zucchero fino ad ottenere una crema, quindi aggiungere le uova, una alla volta, e mescolare. Incorporare la farina, il bicarbonato e il cacao stemperato. Versare il composto in una teglia da muffin bene imburrata. Cuocere per 30 minuti.

Print
3 commenti
  1. Simona
    Simona says:

    Mi piace molto la frase che hai scelto che parla del profumo dei semi di cacao. Adoro tutti i tipi di profumi relativi a cacao e cioccolato 😉 E i tuoi muffin sono carinissimi. Grazie per il contributo a Novel Food.

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *