Kew salad

…ovvero insalata con pesche menta e origano

Kew Royal Botanic Gardens

Vi voglio raccontare alcune cose della mia vacanza a Londra, una città che mi piace moltissimo e che ho (ri)scoperto visitando i quartieri nel cuore della città. Vorrei condividere con voi, però, non le foto dei luoghi più famosi della città, che pure sono magnifici, ma una affascinante esperienza sensoriale, non potrei definirla altrimenti, attraverso i Royal Botanic Gardens, comunemente detti Kew Gardens, che si trovano fuori Londra, tra Richmond e Kew. La loro è una lunghissima storia in evoluzione, ma nel 1759 la Principessa Augusta istituì il primo giardino esotico che è considerato il fondamento dei Royal Botanic Gardens. In seguito suo figlio, Re Giorgio III, ampliò la tenuta acquisendo altri terreni e case, tra le quali il Kew Palace, noto precedentemente come la “Casa olandese”. Dal 1820 al 1841 i giardini botanici andarono in declino, furono vari i motivi, tra i quali la mancanza di fondi, e certo, l’apatia di Giorgio IV non fu di aiuto. Gli anni successivi hanno visto la rinascita dei Kew Gardens, grazie al patrocinio della regina Vittoria, e in seguito, nonostante le due guerre mondiali, ha avuto luogo una significativa espansione delle collezioni, fino a diventare, nel 2003, patrimonio dell’Unesco.

Di fronte alla Palm House, un bellissimo orto-giardino di una grande varietà di verdure, coltivate in simmetrico ordine per forma, colore e dimensione. Durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale l’aiola fu scavata per piantare radici commestibili. In questa estate sono presenti nel parterre, più di 13.500 piante, tutte cresciute da semi del vivaio del Kew.

Vegetable Medley

Pepe Nero

Zenzero

Fiori e piante esotiche

Peperoncini spezie e ninfee nella Waterlily House

Piante grasse

8 commenti
  1. Graziana
    Graziana says:

    Anche io amo molto Londra, ma devo dire che non sono ancora stata ai Kew Gardens, devo metterli in lista per la mia prossima visita!
    Grazie per aver partecipato a WHB

    Rispondi
  2. brii
    brii says:

    Che bello, che bello Lucia!
    Kew Gardens è uno dei posti che vorrei visitare.
    Sono anni che si sbavo dietro.
    Grazie di questo bel reportage, me lo sono gustato tutto d’un fiato!
    Buonissima l’insalata!
    baciussss
    ps. bentornataaa! 😀

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *